Maestre a disagio: «Italiano vietato negli asili tedeschi». Il diktat dell’Intendenza ha messo in crisi anche i docenti. Brugger: «La scuola mistilin... continua >

Il Punto. di Stefano Folli. Quel rosario di definizioni è l’unico risultato del Parlamento. Le alchimie nascoste dietro la maschera del latinorum. ... continua >

Sulla piattaforma Directv. Mediaset Italia sbarca negli Stati Uniti: una mossa da 17 milioni di spettatori. Dal prossimo 20 settembre il canale tv i... continua >

La lingua italiana non cresce più? Colpa dei troppi termini inglesi. Fabrizio De Angelis. L’invasione dei termini inglesi nella lingua parlata (e sc... continua >

«La lingua italiana ha salvato la politica, narrando l’indicibile» Merlo e il «Sillabario dei malintesi». Da «mignottocrazia» a «celodurismo». La rivo... continua >

La priorità dell’Italia nei negoziati sulla Brexit. di Sandro Gozi. Caro Direttore, mi sembra tanto necessario quanto importante fare chiarezza sui ... continua >

Italians. Ehi bsev, ti dico la mia sul linguaggio dei quotidiani online. risponde Beppe Severgnini. Caro Severgnini, sul tema che vorrei di nuovo t... continua >

L’Europa non deve limitare la libertà di movimento. di Vladimiro Zagrebelsky. Il Regno Unito ha deciso con referendum di lasciare l`Unione europea, ... continua >

I commentatori seriali sui social non sanno scrivere in italiano corretto. Analfabetismo social: su Facebook la lingua italiana viene stuprata ogni g... continua >

L'italiano imbarca tutto Il nuovo vocabolario fa un "ciaone" a Dante. L'ultima edizione del Devoto-Oli accoglie 150 nuove parole: da Brexit a post-tr... continua >

Nuova bufera su Yahoo, milioni di mail girate ai servizi segreti americani

Nuova bufera su Yahoo, milioni di mail girate ai servizi segreti americani

Nuova bufera su Yahoo, milioni di mail girate ai servizi segreti americani

L’appello di Edward Snowden: “Chiudete i vostri account”. Secondo la Reuters sarebbero coinvolti Fbi e Nsa
La Stampa | 04/10/2016

Non c’è pace per Yahoo. La società americana, secondo Reuters, avrebbe raccolto in gran segreto centinaia di milioni di mail dei propri utenti, mettendole a disposizione di Fbi ed Nsa. L’agenzia cita fonti vicine al dossier. 
Attraverso il proprio account Twitter, Edward Snowden, la “talpa” del Datagate, ha invitato tutti i clienti di Yahoo a chiudere l’account.  
«Yahoo è una compagnia rispettosa della legge e delle regole degli Stati Uniti», ha fatto sapere la società in una breve dichiarazione in risposta alle domande di Reuters sull’argomento, rifiutando ulteriori commenti. 
Secondo Reuters, Yahoo, l’anno scorso, avrebbe segretamente realizzato un programma software personalizzato per filtrare tutte centinaia di milioni di mail dei propri utenti, mettendole a disposizione degli 007 statunitensi. Al momento non si sa quali informazioni cercasse l’Intelligence. Si sa però che la richiesta a Yahoo è arrivata per la ricerca di una serie di “caratteristiche”: una frase in una mail o un allegato, ha precisato la fonte.  
La stessa Reuters non è stata in grado di determinare quali dati la società abbia effettivamente consegnato e se gli 007 si siano avvicinati ad altri provider di posta elettronica. Secondo due ex impiegati, la decisione dell’ad di Yahoo, Marissa Mayer, di accettare la direttiva avrebbe causato scontri con alcuni dirigenti e avrebbe portato alle dimissioni, nel giugno del 2015, del capo della sicurezza informatica Alex Stamos, che ora lavora a Facebook.  

Ultima modifica ilLunedì, 21 Novembre 2016 11:42
Torna in alto

"Esperanto" Radikala Asocio


Associazione Radicale Esperanto
Esperanto Radical Association

Senza scopo di lucro dal  25 aprile 1987
O.N.L.U.S. dal 1998
Codice fiscale 97104360587
Organizzazione Non Governativa con statuto consultivo di categoria speciale, presso il Consiglio economico e sociale (Ecosoc) delle Nazioni Unite.
Conto corrente postale 60397007
Conto bancario presso Poste italiane IBAN:
IT07N0760103200000060397007
Associazione costituente del Partito Radicale
nonviolento, transnazionale e transpartito

Via di Torre Argentina 76 Roma 00186
Tel. 0668979797 fax 0623312033
Cell. 3275576333 Email scrivici[at]eraonlus.org

 

Bonifico sul conto con IBAN:
IT07N0760103200000060397007

Versamento tramite il classico
Bollettino postale:

Scaricalo da qui già precompilato