La svolta di Mister italiano: "Dalle medie alla maturità meno temi e più riassunti". Parla Luca Serianni, il linguista che guiderà la task force isti... continua >

«Povera lingua italiana, ma perchè l’Accademia della Crusca non interviene?». Un lettore scrive: «Ho condiviso l’opinione della signora Molino circa... continua >

“Un dialogo tra culture diverse Ecco il mio Mediterri – amo”. di Michele Manzotti. “Mi sembra importante sottolineare come questo progetto coinvolga... continua >

Maestre a disagio: «Italiano vietato negli asili tedeschi». Il diktat dell’Intendenza ha messo in crisi anche i docenti. Brugger: «La scuola mistilin... continua >

Il Punto. di Stefano Folli. Quel rosario di definizioni è l’unico risultato del Parlamento. Le alchimie nascoste dietro la maschera del latinorum. ... continua >

Sulla piattaforma Directv. Mediaset Italia sbarca negli Stati Uniti: una mossa da 17 milioni di spettatori. Dal prossimo 20 settembre il canale tv i... continua >

La lingua italiana non cresce più? Colpa dei troppi termini inglesi. Fabrizio De Angelis. L’invasione dei termini inglesi nella lingua parlata (e sc... continua >

«La lingua italiana ha salvato la politica, narrando l’indicibile» Merlo e il «Sillabario dei malintesi». Da «mignottocrazia» a «celodurismo». La rivo... continua >

La priorità dell’Italia nei negoziati sulla Brexit. di Sandro Gozi. Caro Direttore, mi sembra tanto necessario quanto importante fare chiarezza sui ... continua >

Italians. Ehi bsev, ti dico la mia sul linguaggio dei quotidiani online. risponde Beppe Severgnini. Caro Severgnini, sul tema che vorrei di nuovo t... continua >

Anche Sartori ci ha lasciato un grande e libero politologo. In evidenza

Anche Sartori ci ha lasciato un grande e libero politologo.

Diversamente dalla miriadi di politologi prezzolati, Sartori era uno dei pochissimi politologi italiani che era d'accordo sulla necessità di una lingua federale europea ma, diceva, "Sono isolato, gli altri sono organizzati in mafie professionali", in quell'occasione replicai meravigliato con "UE: Caro Sartori, i Radicali parlano di economia linguistica e lingua federale europea da decenni." al suo articolo del 2012 sul Corriere, dove sosteneva che nessun politico prendeva in considerazione quella, fondamentale, conditio sine qua non linguistica.
Avevo sentito Giovanni Sartori l'ultima volta nel 2014 per organizzare un convegno-seminario che, il Sottosegretario Sandro Gozi , aveva detto a me, Marco Beltrandi e Marco Pannella di voler realizzare ma che poi, come uno dei soliti politici la cui parola vale il tempo che trova, non aveva più voluto realizzare.
Un acume, quello di Giovanni Sartori, certamente fuori dalla norma partitocratica di regime e del quale gli spiriti liberi ed indipendenti sentiranno molto la carenza.

Torna in alto

Popoli indigeni e tradizionali, minoranze

Argentina, Mapuche contro Benetton: storia di un giovane guerriero.

Argentina, Mapuche contro Benetton: storia di un giovane guerriero. Facundo Jones Duala è in carcere da un anno con l'accusa di terrorismo. Il leader della stirpe indigena è stato arrestato mentre...

29-08-2017

"Esperanto" Radikala Asocio


Associazione Radicale Esperanto
Esperanto Radical Association

Senza scopo di lucro dal  25 aprile 1987
O.N.L.U.S. dal 1998
Codice fiscale 97104360587
Organizzazione Non Governativa con statuto consultivo di categoria speciale, presso il Consiglio economico e sociale (Ecosoc) delle Nazioni Unite.
Conto corrente postale 60397007
Conto bancario presso Poste italiane IBAN:
IT07N0760103200000060397007
Associazione costituente del Partito Radicale
nonviolento, transnazionale e transpartito

Via di Torre Argentina 76 Roma 00186
Tel. 0668979797 fax 0623312033
Cell. 3275576333 Email scrivici[at]eraonlus.org

 

Bonifico sul conto con IBAN:
IT07N0760103200000060397007

Versamento tramite il classico
Bollettino postale:

Scaricalo da qui già precompilato