Lingue minoritarie in Sardegna: "Uniti per sopravvivere superiamo i campanilismi".

Lingue minoritarie in Sardegna:"Uniti per sopravvivere superiamo i campanilismi". Un appello all’unità tra le diverse varianti linguistiche dell’isola è stato lanciato dal sociologo Alessandro Mongili durante il workshop di Liber y Lyber dedicato al tema “Sardegna fra tante lingue: analisi e proposte”. Lo studioso ha invitato a superare il campanilismo…
Leggi tutto...

Alto Adige - L’inglese all’asilo - accanto ad italiano e tedesco -. Per l’identità plurale o per l’identità angloamericana?

Alto Adige. Inglese all'asilo, coinvolti 3500 bimbi italiani. La giunta provinciale di Bolzano investe 1,4 milioni di euro nel progetto. In tutte le scuole dell’infanzia di lingua italiana della provincia dal 2017, accanto alle attività di approccio alla seconda lingua tedesco, è stata introdotta un’ora di lingua inglese, insegnata in…
Leggi tutto...

Lo studio della grammatica italiana è fondamentale.

Lo studio della grammatica è fondamentale. Lettera. di redazione. Mario Bocola – Per migliorare le competenze linguistiche degli studenti è sempre più urgente la necessità di potenziare e rafforzare in tutti i gradi dell’istruzione, specialmente in quella dell’obbligo della primaria e secondaria di I grado, lo studio della grammatica italiana…
Leggi tutto...

Perché ci sono così tante lingue al mondo?

Perché ci sono così tante lingue al mondo. Attualmente la nostra specie parla circa settemila lingue separate: il progetto Ethnologue ne ha mappate 6909, se vogliamo essere precisi. Da tempo gli studiosi cercano di capire i processi che hanno spinto l’umanità a produrre una tale quantità di idiomi. Un dato…
Leggi tutto...

Ma in italiano proprio no?

ITALIANS. Montaguto (AV): un TG in dialetto “internazionale”. risponde Beppe Severgnini. Partnership culturale Italia-Canada: da Montaguto a Toronto un tg in dialetto “internazionale”, il primo al mondo. A Montaguto, un piccolo comune italiano in provincia di Avellino con meno di 400 abitanti, è nato un telegiornale in dialetto trasmesso in…
Leggi tutto...

Il nome del Mario.

Due parole in croce. di Luigi Accattoli. Il nome del Mario. Mario Delpini, nuovo arcivescovo in Milano, si dice inadeguato “già dal nome”: elenca quelli dei predecessori (Angelo, Dionigi, Carlo Maria) e conclude: “Mario che nome è?”. Parlata popolare e letteratura gli danno ragione : “Hanno ammazzato il Mario” è…
Leggi tutto...

La mappa sul numero di lingue ufficiali nei paesi del mondo.

La mappa sul numero di lingue ufficiali nei paesi del mondo. La maggior parte degli stati del mondo ha soltanto una lingua ufficiale, ma ci sono paesi in cui diverse lingue vengono riconosciute nei documenti e negli atti statali.Il paese che ne riconosce il numero maggiore di lingue è l’India,…
Leggi tutto...

La lingua senza nome dei Balcani.

Un patrimonio comune a bosniaci, croati, montenegrini e serbi. La lingua senza nome dei Balcani. La dissoluzione della Jugoslavia e l’esacerbazione delle differenze nazionali hanno avuto delle conseguenze linguistiche: a Sarajevo conveniva parlare il bosniaco, a Zagabria il croato, a Belgrado il serbo e a Podgorica il montenegrino. Tuttavia, i…
Leggi tutto...

Lingua senza compromessi.

Conosci Firenze? di Maurizio Naldini. Lingua senza compromessi. La patria dell’italiano? Si fa per dire. I fiorentini sono talmente convinti di parlar bene anche quando sarebbe necessario l’indicativo, usano mille espressioni gergali, per non dire poi del turpiloquio. Ma quel che è peggio non ammettono l’errore. Altro che bel parlare,…
Leggi tutto...

Scrivi “junior” e pronuncia “iunior” (non “giunior”).

Il numero 500. di Giuliano Vigini. Scrivi “junior” e pronuncia “iunior” (non “giunior”). Ormai più che una moda è diventata una cattiva e, purtroppo, sempre più radicata abitudine quella di usare in tutti i contesti ed ambienti, parole inglesi anche quando non ce n’è bisogno. Così come non si comprende…
Leggi tutto...

I congiuntivi di Paolo Villaggio.

I congiuntivi di Paolo Villaggio. Liguria Italia. di Vittorio Coletti. Vorrei anch’io fare un omaggio da questa rubrica a un genovese importante come l’appena scomparso Paolo Villaggio. E non lo farò ricordando per l’ennesima volta il suo personaggio celeberrimo, ultima incarnazione del borghese piccolissimo, di quella genia di impiegati patetici…
Leggi tutto...

Il paradosso della lingua di Dante e Ungaretti. C’è fame di italiano ma noi l’amiamo?

Il paradosso della lingua di Dante e Ungaretti. C’è fame di italiano ma noi l’amiamo? di Giorgio De Simone. Dopo l’inglese, il francese, lo spagnolo, la lingua più studiata al mondo non è il tedesco, non è il cinese e neanche il giapponese: è l’italiano. Non ci fosse altro, declinate…
Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

"Esperanto" Radikala Asocio


Associazione Radicale Esperanto
Esperanto Radical Association

Senza scopo di lucro dal  25 aprile 1987
O.N.L.U.S. dal 1998
Codice fiscale 97104360587
Organizzazione Non Governativa con statuto consultivo di categoria speciale, presso il Consiglio economico e sociale (Ecosoc) delle Nazioni Unite.
Conto corrente postale 60397007
Conto bancario presso Poste italiane IBAN:
IT07N0760103200000060397007
Associazione costituente del Partito Radicale
nonviolento, transnazionale e transpartito

Via di Torre Argentina 76 Roma 00186
Tel. 0668979797 fax 0623312033
Cell. 3275576333 Email scrivici[at]eraonlus.org

 

Bonifico sul conto con IBAN:
IT07N0760103200000060397007

Versamento tramite il classico
Bollettino postale:

Scaricalo da qui già precompilato